È tempo di rientro a scuola!

I consigli della Pediatra per rendere meno stressante il cambio di routine.

È tempo di rientro a scuola!È tempo di rientro a scuola!

L’arrivo del mese di settembre caratterizzato da temperature più miti e giornate più brevi, si associa alla fine dell’estate e soprattutto delle vacanze, mentre per le mamme ed i papà significa l’inizio della scuola e il ritorno tra i banchi dei propri figli con ripresa del tran-tran quotidiano.
Per molti bambini e ragazzi si tratta di un ‘’ritorno a scuola’’, visto da alcuni come momento di gioia per il ritrovarsi con gli amici e con la voglia di apprendere nuove conoscenze soddisfando interessi e curiosità, mentre altri vivono il rientro tra i banchi di scuola come un evento stressante, facendo più fatica a concentrarsi nello studio e ad abbandonare i giochi e l’ozio estivi.
Per altri, soprattutto i più piccini si tratta della “prima volta in classe” e rappresenta un momento molto delicato ma fondamentale nella crescita e sviluppo del bambino.
Infatti, l’inserimento in classe (al nido, scuola materna o scuola elementare) non deve essere visto soltanto come un cambio di routine per il bambino e per la famiglia considerandolo nella maggior parte dei casi un momento di distacco fisico traumatico (difficile sia per il genitore che per il bambino), ma come un periodo prezioso, opportunità di stimolo, crescita, confronto e maturità. È indispensabile quindi, che i papà e le mamme, siano i primi a sostenere, incoraggiare, rassicurare, spronare i propri figli in caso di inconvenienti.

Qualche piccolo consiglio per un rientro a scuola più piacevole e meno stressante!

  1. Gradualità. Qualche giorno prima di ricominciare la scuola bisognerebbe reintrodurre orari più regolari, impostando la sveglia ad un orario adeguato alla ripresa dell’attività scolastica per evitare un cambiamento troppo rapido e spesso traumatico. Lo stesso vale per i compiti estivi! Sarebbe auspicabile distribuirli nell’arco dell’estate, terminandoli prima del rientro a scuola alternando così lo studio a momenti di gioco. Un vero e proprio allenamento per la mente dei vostri bambini che torneranno in classe anche più responsabilizzati e concentrati.
  2. Il buon sonno. In estate si tende a procrastinare l’ora della nanna, complici le belle serate e gli svaghi. E’ necessario invece ripristinare una sana abitudine, garantendo un numero di ore di sonno adeguato ad ogni fascia d’età per iniziare la giornata ben riposati e pieni di energia evitando l’uso di dispositivi elettronici (cellulari, PC, tablet, TV) dopo cena. (Qui sono disponibili tanti altri consigli utili sull’ora della nanna)
  3. Condivisione. Le vacanze rappresentano un momento ideale e molto importante per “stare insieme”, in cui il legame tra genitori e figli si consolida divenendo più forte. E’ un periodo in cui si condividono pasti, tempo, avventure e s’impara a conoscere e ad ascoltare i propri figli. È importante continuare questa condivisione anche durante la ripresa della routine scolastica, per rendere meno traumatico il distacco. Alcuni suggerimenti?Fare colazione tutti insieme, interessandovi alle attività scolastiche dei bambini o trascorrendo del tempo dopo cena.
  4. Una sana alimentazione. Come è noto, in estate capita che siano concessi alcuni “strappi alle regole” per quanto riguarda l’alimentazione: Con il rientro a scuola è buona regola stabilire un’alimentazione sana e regolare scandita dai 5 pasti al giorno (colazione, spuntino di metà mattino, pranzo, spuntino di metà pomeriggio e cena), garantendo una dieta bilanciata, ricca di frutta e verdura secondo i principi della dieta mediterranea.
  5. L’attività fisica. Per garantire la salute psico-fisica ed una vita sana ed equilibrata di bambini e ragazzi è fondamentale associare anche un’adeguata attività fisica. E’ importante spronarli ed invogliarli, ascoltando quali sport o attività ludiche vorrebbero praticare, cercando di favorire le loro inclinazioni e preferenze.
  6. (Ri)prendere confidenza con l’ambiente scolastico. Per allontanare stress e ansia per il nuovo inizio, è consigliabile coinvolgere i bambini nelle scelte per il nuovo anno scolastico, dall’acquisto dello zaino a tutto il materiale utile per la scuola (libri, quaderni, libri, colori, penne). Se possibile, genitori e figli possono visitare insieme i luoghi che frequenteranno, magari conoscendo anche insegnanti e gli altri bambini che saranno nella stessa classe. Per i bimbi che ricominciano un percorso scolastico già avviato, riprendere i contatti con i compagni prima del rientro a scuola può essere un modo più gradevole e divertente di ritornare fra i banchi.
  7. Ricordare insieme! Trascorrere del tempo con i bambini per rivivere di tanto in tanto le avventure estive sia negative che positive, vissute insieme, per custodirle come un tesoro prezioso fatto di ricordi speciali, che sarà essenziale nel loro cammino di crescita.
  8. Check-up. Indipendentemente dall’età del bambino, prima del ritorno a scuola è raccomandabile una valutazione clinica dal vostro Pediatra per cominciare il nuovo anno scolastico al meglio e in salute. E’ altresì raccomandato anche un controllo oculistico per i bambini che si apprestano ad iniziare il primo anno scolastico!